La funzione delle pareti

Le pareti della nostra abitazione, in qualunque modo siano state realizzate, costituiscono l’involucro che racchiude e definisce lo spazio interno.

Sezione di parete in laterizio e cappotto esterno in fibra di legno

Devono avere delle caratteristiche tali da mantenere costanti quanto più possibile le condizioni dell’ambiente casalingo, qualunque siano le condizioni dell’esterno: per garantire al meglio questa funzione, le pareti devono avere standard elevati in termini di solidità, di isolamento acustico e termico e di resistenza agli agenti atmosferici.

Quale materiale e che tecnica costruttiva è opportuno impiegare per realizzare tutti questi requisiti?

Quando si realizza una nuova struttura, generalmente è il progettista al quale abbiamo commissionato il lavoro che sceglie come realizzare le pareti.

Nonostante questo possiamo indicare delle preferenze su un particolare materiale da impiegare, in fin dei conti siamo noi che vivremo in casa.

Normativa e requisiti minimi

Zone climatiche Italia

Un aspetto molto importante, che salta in primo piano quando si sceglie il materiale da utilizzare per realizzare le pareti esterne, è il grado di isolamento termico. È il caso di dare qualche cenno sulla normativa che regola le caratteristiche delle nuove costruzioni. Vi riportiamo, secondo quanto definito nel D.M. 26 giugno 2015, i requisiti minimi che le pareti di un edificio devono avere.

Trasmittanza termica U delle strutture opache verticali, verso l’esterno, gli ambienti non climatizzati o contro terra.

Zona climatica U (W/m2K)
2015 2019/2021
A e B 0.45 0.43
C 0.38 0.34
D 0.34 0.29
E 0.3 0.26
F 0.28 0.24

Questa tabella ci fornisce un grande aiuto quando ci troviamo di fronte a moltissime soluzioni, più o meno valide, e dobbiamo scegliere tra un sistema e l’altro.

I nostri consigli sulla scelta del materiale

  • Prima di scegliere il materiale, verificate la trasmittanza termica richiesta per la vostra zona e misurate la profondità che la parete dovrà avere.
  • Preferite materiali più naturali possibili. In commercio ci sono blocchi in laterizio, in canapa e calce, e in fibre minerali, che hanno elevate capacità di isolamento.
  • Diffidate da materiali troppo economici: la spesa per isolare bene la vostra casa va sostenuta una sola volta.